home  |  passionisti  |  links   |  contatti   |    
 
 
 
 


S
an Paolo della Croce, fondatore dei Passionisti, fu uno di quei grandi uomini, potenti in opere e parole che, nel secolo dell'enciclopedismo e della rivoluzione, Dio inviò alla sua Chiesa, perché con la virtù e la santità servissero di argine al vìzio, e con la predicazione assidua del Vangelo richiamassero le anime dei traviati alla divina scuola delle verità rivelate. Per oltre quarantanni egli percorse ogni regione d'Italia, e con la luce della parola e degli esempi, sostenuta e corroborata dalla forza dei prodigi, convertì innumerevoli peccatori, ridusse gli erranti alla fede, e fu guida e sostegno alle anime chiamate a servire Dio nella più alta e più perfetta via dei consigli evangelici. Con ragione perciò la Chiesa, in un'antifona, lo saluta come cacciatore di anime, araldo del Vangelo e lucerna risplendente: animarum venator, Evangelii praeco et lucerna fulgeiis.

Ma dove Paolo apprese la sapienza di cui fu ripieno? Da quale ricca sorgente attinse la forza e lo spirito che rese la sua parola di tanta efficacia per la conversione delle anime? Principalmente dalle Piaghe di Cristo: in Vulneribus Christi.

Se Paolo infatti non trascurò di studiare sui libri degli uomini, più di tutto studiò sul Crocifisso, libro scritto intus et foris, che egli ebbe sempre sotto gli occhi, sempre meditò e portò nel cuore e prese a soggetto principale della sua predicazione, facendo suo, in tal modo, il programma del grande Apostolo delle genti: Nos autem praedicamus Christum Crucifixum (I Cor. I, 23).

 
 

 

 

   
 
   
   
 

 

COME VISSE S. PAOLO DELLA CROCE

Da « SETTIMANA DEL CLERO »

28 febbraio 1954

Il volume narra la vita di S. Paolo della Croce, missionario, taumaturgo, fondatore, direttore d'anime, consigliere di principi, re e papi. Una vita che parrebbe fatta per interessare solo le anime mistiche o gli studiosi di mistica. Invece no, la vita di S. Paolo della Croce interessa tutti, perchè fu vita d'intensa attività esteriore, varia e avventurosa, come un romanzo. Per circa 40 anni fece udire la sua voce nelle città e nei villaggi della Toscana e del Lazio, moltiplicando i miracoli e le conversioni e rinnovando spiritualmente intere popolazioni. Apostolo dal pulpito e dal confessionale, condusse moltissime anime ad altissima perfezione, inculcando a tutte, come introduzione ad ogni grado della scala mistica, la meditazione quotidiana della Passione di Gesù « porta che conduce l'anima all'intima unione con Dio e alla più sublime contemplazione » (Lettere, voi. I, 582).

Il Padre Cristoforo Chiari narra tutto questo con larga documentazione, anche inedita e con intelligenza acuita dall'affetto filiale... Una biografia, insomma, che merita d'essere letta da tutti, e specialmente dai sacerdoti, che vi troveranno una miniera di esempi e dì insegnamenti per le proprie anime e per quelle affidate alle loro cure.

>> CLICCA QUI PER LEGGERE IL LIBRO <<

 

Il motto paolino “noi predichiamo Cristo Crocifisso” fu alla base della spiritualità del nostro Santo e costituisce anche il segreto del suo apostolato, caratterizzato da un ardente desiderio di vedere distrutto il regno di Satana e riconquistare le anime a Dio, anche a costo della vita.

Un giorno rapitolo in estasi, Gesù lo nascose nelle sue piaghe adorabili e dopo averlo investito della Sua luce celeste, gli svelò l'orribile trama dei peccati del genere umano e fu allora che il cuore di S. Paolo si infiammò al punto che quando predicava la passione di Gesù, sembrava che da un momento all'altro la sua anima dovesse staccarsi dal corpo. Nessuno sapeva parlare della Passione di Cristo come il padre Paolo.

Spesso diceva: “Vorrei, se mi fosse possibile, attaccar fuoco di carità per bruciare non solo chi ci passa vicino, ma anche i popoli lontani, perché tutti amino e conoscano il Sommo Bene” . Il suo modo di vivere era già una testimonianza viva del Mistero, ma quando alzava il dito in segno di ammirazione e indicava il Crocifisso dicendo: “Un Dio morto per me…” si sentiva il pianto della gente che ascoltava commossa. S. Paolo della Croce aveva ricevuto da Dio il dono di saper entrare in sintonia psicologica e spirituale con chi lo ascoltava e se piangeva lui, non poteva non piangere chi sentiva le sue parole.

 

 

Tel: Milionários - BH 00 55 31 33850050 Jardim América 00 55 27 32263763
Celular 00 55 31 99425604
E-Mail giovcipr@newview.com.br


"Sulla fronte di ogni povero sta scolpito il nome di Gesù' "
(San Paolo della Croce)

 

 
 
 



LA BIOGRAFIA


LA MISTICA


REGOLE E COSTITUZIONI


LETTERE AI FIGLI SPIRITUALI


IL DIARIO SPIRITUALE


IL PASSIONISTA SECONDO S.PAOLO


MASSIME SPIRITUALI


LA VITA DI S.PAOLO IN IMMAGINI


PREGHIERE A S.PAOLO DELLA CROCE

 

 

 
 

home  | passionisti  | links  |  contatti   |  
Copyright ? No Grazie : diffondete, stampate e utilizzate il contenuto di questo sito