home  |  passionisti  |  links   |  contatti   |    
 
 
 
 

Benefici dell'orazione.

 

L'orazione è mezzo efficacissimo per ottener tutto da Dio.

L'umile orazione ha efficacia d'impetrar tutto ciò che ridonda a gloria di Dio e a utilità nostra spirituale (I, 791).

Se non si lascerà di ricorrere alla miniera ricchissima della santa orazione, tutti si faranno ricchi d'ogni tesoro di virtù (III, 762).

Per ricever tutto con rassegnazione, e soffrir con fortezza bisogna cibarsi spesso della santa orazione (I, 41).

Molte volte domandiamo una grazia a Dio, ed egli ce la concede in maniera diversa, perché così è espediente per il nostro bene (I, 207).

 

E' arma invincibile contro i nemici.

L'orazione è arma invincibile per superare tutti i nemici (IV, 44).

È arma potentissima per abbattere tutta la rabbia dell'inferno (I; 319).

L'orazione è mezzo efficacissimo per vincere ogni assalto del demonio (II, 17).

Per esser forti bisogna cibarsi spesso della santa orazione (II, 5).

Scotta molto al diavolo l'orazione (II, 505).

So che il demonio ha grande invidia di chi fa orazione (I, 9).

 

Anima dell'apostolato.

La vera vita apostolica consiste nell'azione per le anime e nella continua ora­ zione (II, 752).

Senza orazione i missionari saranno più atti a distruggere che ad edificare ; più ad ammorbare i prossimi col cattivo odore delle loro imperfezioni che a profumarli col buon odore delle loro cristiane e religiose virtù (IV, 252).

Cristo Signor nostro, appena predicato, fuggiva al monte ad orare : e noi? e noi? (III, 284).

 

Scuola di santità.

L'orazione fa imparare grandi cose (II, 366).

Nell'orazione s'impara la scienza dei santi, che consiste nell'esercizio di ogni virtù (III, 427).

La vera scienza dei santi s'impara ai piedi del Crocifisso nella santa orazione (II, 7).

Per esercitare le virtù non dovete lasciar mai l'orazione, ma continuarla nelle occupazioni, tenendo il cuore rivolto al cielo (I, 600).

Vi raccomando di non lasciar mai l'o­ razione : in questa divina scuola impare­ rete ad essere obbedienti a tutti, modesti, mansueti, caritativi ecc. (II, 625).

Beato chi è fedele e non lascia mai l'orazione (II, 17).

 

Se manca l'orazione...

Certo è che se manca l'orazione tutto l'edificio spirituale cade a terra (III, 370).

Non vi è strada più corta per cadere in precipizi, quanto il lasciare l'orazione (I, 432).

Se lascerete l'orazione vi troverete in un abisso irrimediabile di rovine (I, 417).

Avvertite bene di non lasciar mai la santa orazione, che sarebbe la vostra ro­ vina (I, 415).

Sopra tutto vi raccomando di non lasciar mai l'orazione mentale (III, 357).

Non lasciate mai l'orazione, per qualunque tempesta vi susciti il demonio (III, 097).

 

Torna all' INDICE TEMATICO

 
 
 



LA BIOGRAFIA


LA MISTICA


REGOLE E COSTITUZIONI


LETTERE AI FIGLI SPIRITUALI


IL DIARIO SPIRITUALE


IL PASSIONISTA SECONDO S.PAOLO


MASSIME SPIRITUALI


LA VITA DI S.PAOLO IN IMMAGINI


PREGHIERE A S.PAOLO DELLA CROCE

 

 

 
 

home  | passionisti  | links  |  contatti   |  
Copyright ? No Grazie : diffondete, stampate e utilizzate il contenuto di questo sito