home  |  passionisti  |  links   |  contatti   |    
 
 
 
 

Le condizioni.

 

Star distaccati dalle creature.

State distaccati da ogni creatura, facendo tutto per piacere solamente a Dio (III, 355).

Fate gran conto di star occulti e na­ scosti agli occhi di tutti, per piacere solamente al celeste sposo (III, 456).

Se foste staccati da tutto avreste un solo desiderio, che è quello di piacere a Dio solo in ogni luogo e tempo, senza prendervi fastidio o pena d'altra cosa, che del solo dispiacere di Dio (I, 530).

Bisogna purificare tutti i nostri affetti e procurare che siano indirizzati tutti a Dio (I, 199).

Godo che Dio vi spogli d'ogni contento, per imparare a servirlo con maggior purità d'intenzione (I, 139).

Chi non vuole altro che il gusto di Dio, lascia la cura e il pensiero di sé a Dio stesso (I, 820).

 

Cercar di piacere solamente a Dio.

Non vi prendete sollecitudine d'altro che di piacere solo a Dio, tenendo il cuore rivolto al cielo (III, 755).

Procurate d'aver un'intenzione puris­ sima, in tutte le vostre azioni, di piacere unicamente al Signore, e di dar gloria in ogni cosa a lui solo (III, 366).

Protestatevi spesso di non cercare al­ tro che il gusto di Dio I, 352).

Se il mondo andasse sottosopra non vi prendete fastidio d'altro, e non abbiate altra cura che di piacere al Signore (III, 396).

Uno sia il vostro pensiero: piacere a Dio e far tutto per la sua gloria (I, 522).

 

Far tutto con tranquillità e pace.

Tenete il cuore in tranquillità per far le opere esterne bene, in pace, e con pu­ rissima intenzione (II, 840).

Mantenete il cuore in pace e in pro­ fondo raccoglimento, senza prendervi la minima sollecitudine d'altro che la sola di piacere a Dio (III, 755).

Fate tutto con purissima intenzione e con spirito raccolto (I, 648).

Non filosofate tanto sopra voi stessi, e sopra le vostre azioni, ma fatele con ret­ ta intenzione per piacere a Dio (I, 417).

Camminate alla buona, con semplicità e pura intenzione (I, 417).

Prima di porvi ad operare dite così : Mio povero cuore, per chi operi tu? Sentirete che il povero cuore vi risponde

con voce di fede : Io opera per la gloria del mio Dio. E allora voi dite : Se è così fa tutto bene e con pace (III, 395).

 

E per puro amore.

Fate le vostre opere per puro amore di Dio e gloria sua (II, 31).

Fate ogni cosa con pace e senza fretta, per puro amore di Dio (IV, 337).

È necessario che l'osservanza esteriore delle Regole sia sempre animata e ac­ compagnata dallo spirito inferiore del cuore (IV, 253).

Dio non vuole che si faccia il bene per forza ma per amore (IV, 185).

Fate le vostre azioni con retta intenzione per puro amor di Dio, e lasciate gridare il diavolo quando vuole (I, 417).

Tutte le vostre azioni, le vostre parole, sospiri, pene e travagli siano "tutti santificati col santissimo amor di Dio (I, 53).

Operate in fede, cercando puramente l'amor di Dio, e la sua maggior gloria (I, 210).

Tenete il cuore rivolto a Dio con santi affetti, facendo tutto ciò che fate per puro suo amore (II, 620).

Cercate ogni giorno di render la vostra intenzione deiforme, cioè tutta divina, operando sempre in Dio, e per solo suo amore, e unendo le vostre opere con quelle di Gesù Cristo Salvatore nostro (IV, 226).

Abbiate sempre nel cuore e nella bocca : Io fo per Iddio ; opero per amor suo (III, 506).

 

 

Torna all' INDICE TEMATICO

 
 
 



LA BIOGRAFIA


LA MISTICA


REGOLE E COSTITUZIONI


LETTERE AI FIGLI SPIRITUALI


IL DIARIO SPIRITUALE


IL PASSIONISTA SECONDO S.PAOLO


MASSIME SPIRITUALI


LA VITA DI S.PAOLO IN IMMAGINI


PREGHIERE A S.PAOLO DELLA CROCE

 

 

 
 

home  | passionisti  | links  |  contatti   |  
Copyright ? No Grazie : diffondete, stampate e utilizzate il contenuto di questo sito