home  |  passionisti  |  links   |  contatti   |    
 
 
 
 

Mortificazione.

Dice l'Apostolo che la carne ha desideri con trari allo spirito (Gal. V, 17) ; e nel Genesi leg­ giamo che « i sensi e i pensieri del cuore umano sono inclinati al male fin dall'adolescenza » (Gen. VIII, 21). Di qui la necessità della mortificazione, la quale ha per ufficio di reprimere la concupi­ scenza della carne e di sottometterla alla legge superiore dello spirito.

La natura umana, dopo il peccato, è come un campo in cui, con i germì preziosi delle virtù, spuntano numerosi i germogli dei vizi. « Occorre pertanto, dice S. Paolo della Croce, tener sempre in mano il ferro tagliente della mortificazione per recidere, sbarbicare, distruggere le erbe cattive, affinchè il buon seme possa germogliare, crescere, e dar frutto abbondante ».

Di questa interna ed esterna mortificazione, lo stesso Santo dichiara la necessità, la natura e la pratica.

Torna all' INDICE TEMATICO

 
 
 



LA BIOGRAFIA


LA MISTICA


REGOLE E COSTITUZIONI


LETTERE AI FIGLI SPIRITUALI


IL DIARIO SPIRITUALE


IL PASSIONISTA SECONDO S.PAOLO


MASSIME SPIRITUALI


LA VITA DI S.PAOLO IN IMMAGINI


PREGHIERE A S.PAOLO DELLA CROCE

 

 

 
 

home  | passionisti  | links  |  contatti   |  
Copyright ? No Grazie : diffondete, stampate e utilizzate il contenuto di questo sito