home  |  passionisti  |  links   |  contatti   |    
 
 
 
 

Necessità.

 

Per essere fedeli al Signore.

Siate sempre più fedeli a Sua Divina Maestà, con l'esercitarvi nelle più sode virtù (II, 316).

Vi raccomando la fedeltà nell'esercizio delle sante virtù (I, 478).

Tutto il vostro studio dev'esser l'esercizio delle sante virtù (II, 264).

Siate fedeli, figlioli, siate fedeli, massime coll'esercizio delle sode virtù, nell'umiltà del cuore, nella cognizione del proprio niente: siate mansueti, modesti giorno e notte, amanti del silenzio, di star solitali, di trattar da soli a soli con lo sposo divino ecc. (III, 368).

Vi raccomando sopra tutto l'esercizio delle sante virtù (II, 21).

Attendete all'esercizio delle virtù, che così piacerete sommamente al Signore (II, 62).

All'esercizio delle sante virtù dovete con tutta diligenza attendere, poiché queste son quelle che ricerca da voi il Signore, e da. queste dipende il nostro vero bene (III, 187).

 

Per somigliare a Gesù.

Il silenzio nei patimenti, la pazienza, la carità l'umiltà ecc. sono le virtù che ci fanno assomigliare al dolce Gesù (III, 373).

Fate risplendere in voi le virtù di Gesù Cristo (III, 340).

Chi di dentro sta unito a Gesù, ne porta l'imagine anche al di fuori, con un esercizio continuo d'eroiche virtù (II, 442).

Ricordatevi, carissimi, che sicut ille ambulavit, oportet vos ambulare (II, 115).

 

Per adontar l'anima nostra.

Le virtù sono quelle che ornano l'anima (I, 442).

Ricordatevi che l'anima vostra è tempio di Dio, e tenete questo nobile tempio ben ornato di virtù, con accese le lampa­ de della fede, speranza e carità (I, 557).

 

Per farci santi.

Buono è il desiderio d'esser santi, poiché haec est voluntas Dei sanctificatio vestra, purché sia accompagnato dalle virtù, che sono le pietre fondamentali dell'edifìcio della santità (I, 616).

Attendete alle virtù e a farne eroico acquisto, perché questo è ciò che fa santi (III, 391).

Se saprete ben umiliarvi, star ben fondati nel vostro nulla, amanti del proprio

disprezzo e segregati da tutti, imparerete la vera scienza, dei santi (II, 717).

Il silenzio, la mortificazione interna ed esterna, il vero annichìlamento di sé, l'operare, patire e tacere, formano la scienza dei santi (II, 7).

Sappiate che il profitto spirituale non si misura con le dolcezze, ma coll'esercizio delle sante virtù (I, 460).

Animo grande dunque : serviamo Dio alla grande, esercitiamo le virtù grandi, che Dio sarà la nostra fortezza e ci darà vittoria (I, 488).

 

/ frutti più preziosi e a noi più utili.

I frutti più preziosi e a noi più utili sono le virtù (IV, 101).

I frutti più preziosi e più cari a Gesù Cristo sono le virtù, l'acquisto ed eserci­ zio delle quali dovete procurare con ogni diligenza (IV, 101).

Nel servizio di Dio non ci vogliono foglie di buone parole, e di buoni desideri, ma opere efficaci, fervore e coraggio grande (II, 560).

Cercate i frutti e non le foglie e i frutti sono le virtù (IV, 100).

Chi va in un giardino si attacca ai frutti e non alle foglie : le foglie sono le conso­ lazioni delle quali non dovete tener con­ to, né dovete desiderarle; i frutti poi sono le virtù l'acquisto ed esercizio delle quali dovete procurare con ogni attenzione (IV, 101).

Seguitate con fervore a. ben servire Dio e ad esercitare le sante virtù (I, 162).

Torna all' INDICE TEMATICO

 
 
 



LA BIOGRAFIA


LA MISTICA


REGOLE E COSTITUZIONI


LETTERE AI FIGLI SPIRITUALI


IL DIARIO SPIRITUALE


IL PASSIONISTA SECONDO S.PAOLO


MASSIME SPIRITUALI


LA VITA DI S.PAOLO IN IMMAGINI


PREGHIERE A S.PAOLO DELLA CROCE

 

 

 
 

home  | passionisti  | links  |  contatti   |  
Copyright ? No Grazie : diffondete, stampate e utilizzate il contenuto di questo sito