home  |  passionisti  |  links   |  contatti   |    
 
 
 
 

Cliccare sui link evidenziati in rosso per consultare il testo.

INDICE

Prefazione


I. Ascoltare le divine chiamate

1. Buoni desideri, lumi, ispirazioni del Signore

Loro natura: Che cosa sono - Frutti che portano seco - Quali si devono tener per sospetti - Non fidarsi dei propri lumi

Norme e consigli per la nostra cooperazione: Come disporci - Come riceverli - Quali si devono eseguire - Quando e come - Per camminar sicuri

2. Vocazione religiosa

Eccellenza della vocazione: La vocazione è un dono di Dio - E' una delle grazie più speciali - Una delle maggiori - Dispone a grazie più grandi - E' fonte di pace e chiaro segno di predestinazione

Dovere di corrispondere e di perseverare: Quando Dio chiama bisogna ubbidire - Bisogna perseverare - Mezzi di perseveranza

Perdita della vocazione: Pericolo gravissimo per l'anima - Cause della perdita della vocazione

3. Esercizio delle virtù

Necessità: Per esser fedeli al Signore - Per assomigliare a Gesù - Per adornar l'anima nostra - Per farci santi - I frutti più preziosi e a noi più utili

Consigli e mezzi: La virtù che non in­ ganna - Le pene, compagne della vir­ tù - Precauzione e discrezione - Con­ sigliarsi è cosa santa - Esercitarsi nelle virtù - Il pensiero della morte - I santi esercizi - Per le anime religiose - Per i Missionari - Per quelli che presiedono

4. Perfezione

In che consiste: Sua essenza - Suoi gradi

Fondamenti della perfezione:

•  Primo: umiltà

•  Secondo: obbedienza

•  Terzo: mortificazione

•  Quarto, per i Religiosi: vita comune e osservanza delle Costituzioni

Mezzi principali:

•  Primo: camminare in pura fede

•  Secondo: patire e tacere

•  Terzo: imitare gli esempi di Cristo

•  Quarto: assiduamente pregare

Consigli ed esortazioni: Far ciò che si può, come piace a Dio - Prendere i frutti e lasciare le foglie - Guardarsi dalla superbia - Non perder tempo

 

II. Rinnegare se stesso.

1. Mortificazione

Necessità della mortificazione: Per esser anime d'orazione - Per vivere solo in Dio - Per farsi santi

Natura della mortificazione: Requisito essenziale - La mortificazione più perfetta - Le penitenze migliori

Pratica della mortificazione: Norme per la mortificazione interna - Per la mortificazione dei sensi - Per la mortificazione della gola - Il sale della discrezione

2. Castità

Perché le tentazioni contro la castità: Per imparare ad umiliarci in tutto -
Per sempre più purificarci - Per crescere nelle virtù

Come superarle:

•  Primo: con la modestia

•  Secondo: con la custodia degli occhi

•  Terzo: con la fuga dell'ozio

•  Quarto: con l'umiltà

•  Quinto: col non farne caso

•  Sesto: non trattando senza necessità con persone d'altro sesso

•  Settimo: conferendole col Confessore

•  Ottavo: ricorrendo a Dio e alla Vergine

3. Povertà

Amare la santa povertà: La povertà è una gran gioia ricca d'ogni bene - E' un mezzo efficacissimo di perfezione - Segno di predestinazione - Beati pauperes

Praticare la santa povertà: Dovere speciale dei Passionisti - Gli incomodi
della povertà - Come il Santo l'osservava - Un modo di mancare alla povertà

4. Umiltà

Natura dell'umiltà: Chi è vero umile di cuore - Gradi dell'umiltà - Segni
di poca umiltà

Sua necessità ed eccellenza: Umiltà innanzi tutto e sempre - Dio ama gli umili - L'umiltà fa fuggire il demonio - Ci fa riuscir vittoriosi nelle battaglie spirituali - E' motivo di sicurezza - Fondamento di perfezione - Catena d'oro di tutte le virtù - Scuola di celeste sapienza - Dispo­ sizione per operare cose grandi - Mezzo per ottenere tutto da Dio

5. Ubbidienza

Pregi dell'ubbidienza: L'ubbidienza è virtù cara a Dio - Da perfetta sicurezza - E' pegno di vittoria - Apporta quiete e pace - Fa riuscir bene ogni cosa - E' mezzo sicuro per farsi santi - Libera dall'inferno - Dona il paradiso

Pratica dell'ubbidienza: Desiderar d'ubbidire - Mirar Dio nei superiori - Ubbidire e tacere - Ubbidire con piena indifferenza di volontà - Con perfetta indifferenza di giudizio: alla cieca - Con amore

6. Solitudine

Importanza della solitudine: Danni che provengono dal trattar troppo col mondo - Nella solitudine Dio parla al cuore - Fiori e frutti della soli­ tudine - Il tesoro della solitudine in­ terna - Per i religiosi Passionisti

Norme per la solitudine interna: Come entrarvi - Come farvi dimora - Per questa solitudine non esistono difficoltà

7. Silenzio

Perché si deve osservare: Per meglio trattare con Dio - Per condurre una vita immacolata - Per custodire il tesoro delle sante virtù

Quando e come si deve osservare: In mezzo ai patimenti - Quando le passioni si svegliano - Nelle contraddizioni e nelle calunnie - Come e quando bisogna parlare


III. Portare la propria croce.

1. Perché e come dobbiamo; portare la croce

Perché dobbiamo portare la croce: Per assomigliarci a Gesù - Per farci santi - Per godere tranquillità e pace su questa terra - Per andare in paradiso - Le croci non mancheranno mai

Come dobbiamo portarla: In silentio et in spe - Con pace e rassegnazione - Con amore e con gioia

2. La croce delle malattie

Motivi per ben apprezzare le malattie: Le malattie sono tesori e grazie delSignore - Ottima palestra di virtù - Mezzi per più unirci a Dio

Come renderle meritorie: Accettarle con pazienza, rassegnazione, allegrezza - Esercitare l'ubbidienza e la dolcezza - Patire in unione con Gesù - Non lasciar mai l'orazione

3. La croce delle tentazioni

A che servono le tentazioni: A provare la nostra fedeltà - A purificar l'anima - A farci acquistare la santa umiltà - A farci esercitare molte virtù - Ad accrescere i nostri meriti - A prepararci una corona di gloria

Come vincerle: Mantenendo il cuore in pace - Combattendo virilmente - Con umiltà e santo timor di Dio - Scoprendole al confessore - Confidan­ do in Dio e invocando il suo aiuto

4. La croce delle tribolazioni

Vantaggi delle tribolazioni: Le tribolazioni purificano lo spirito - Sono un'eccellente scuola di virtù - Grazie e tesori preziosi - La parte dei più cari figli di Dio

Come bisogna sopportarle: Mirarle con occhio di fede - Non parlarne senza necessità - Sopportarle con pazienza, contentezza, e gratitudine - E con lo sguardo al Crocifisso

5. La croce delle pene interne.

Scopo provvidenziale delle pene interne: Purificano lo spirito - Lo arricchiscono di doni e di grazie - Lo preparano al più alto grado d'unione con Dio - Stima che dobbiamo farne

Condotta da tenere: Scacciare come pe­ ste i timori e le turbazioni - Farsi un po' di sacra violenza - Stritolare le pene interne con la pazienza e col silenzio - Star ben rassegnati - Aver fede e confidenza in Dio - Far morire ogni pena nel fuoco della carità - Amare la volontà di Dio

 

1. Purità d'intenzione

Il dovere: Tutto si deve a Dio - Per fargli cosa grata - E per far del bene

Le condizioni: Star distaccati dalle creature - Cercar di piacere solamen­ te a Dio - Far tutto con tranquilli­ tà e pace - E per puro amore

2. Presenza di Dio

Il fondamento: Dio è con noi e in noi - L'anima nostra è tempio di Dio .

I vantaggi: Mezzo per far sempre orazione - E per farsi santi - Divina presenza che imparadisa i cuori .

La pratica: Far tutte le opere alla presenza di Dio - Ricordarsi di Dio, ravvivando la fede - Il cuore in alto! - Aiutarsi con orazioni giaculatorie - Camminare con umiltà, alla buona, senza affaticare la testa

3. Raccoglimento

Natura del raccoglimento: Che cos'è - Suoi fondamenti - Condizioni: fede, amore, nascondimento - Dev'esser continuo - Non esclude le occupazioni .

Vantaggi del raccoglimento: Via corta per la santità - Mezzo per far sempre orazione - Dal raccoglimento procede ogni bene

Pratica del raccoglimento: Evitare sfor di testa - Vivere distacati da ogni cosa creata - Custodire i sensi - Tenere la mente e il cuore in Dio - Risvegliare lo spirito con santi affetti

4. Confidenza in Dio

Motivi della nostra confidenza in Dio: Dio padre è amorosissimo - E potentissimo - Si prende cura di noi - E ci ricolma di grazie

Qualità della nostra confidenza in Dio: Fortezza e costanza - Semplicità ed umiltà

5. Rassegnazione alla volontà di Dio

Vantaggi della rassegnazione: La virtù che più piace a Dio - Il miglior conforto nei travagli - Mezzo, efficacissimo per ottener grazie - E peresser santi

Pratica della rassegnazione: Rassegna­ zione in tutte le cose - Non pensare al domani - Non lamentarsi - Mirar tutti i travagli con occhio di fede - Fare frequenti atti di rassegnazione .

6. Abbandono in Dio

Le condizioni: Abbandonarsi totalmente - In tutti gli eventi - Specialmente nei travagli - Come semplici bambini - Cibarsi della divina volontà

I frutti spirituali: Tranquillità e pace - Abbondanza di grazie - Perfezione e santità .

7. Amor di Dio

Natura dell'amor di Dio: La regina delle virtù - Motivi - Prerogative - Contrassegni - La lingua dell'amore

Pratica dell'amor di Dio: Andarne in cerca - Mantenerlo sempre acceso - Vivere di santo amore - Amare, patire, tacere - Riposare nel divin Cuore di Gesù

8. Amor del prossimo

Eccellenza dell' amor del prossimo: Suoi pregi - Suoi frutti

Pratica dell'amor del prossimo: Guardare il prossimo in Dio - Carità con tutti - Pensar bene di tutti - Parlar bene di tutti - Compatirsi e aiutarsi a vicenda - Scacciare le avversioni - Avvisi e correzioni

9. Amare e custodire la pace

Amare la pace: Perché la pace viene da Dio - Perché tutto ciò che è contrario alla pace viene dal nemico - Perché la pace è mezzo efficacissimo per far bene ogni cosa - E per vivere uniti a Dio

Custodire la pace: Non lasciarsi pren­ dere da timori o angustie - Reprimere l'amor proprio - Tenere il cuore rivolto verso il cielo - Prender tutto dalle mani di Dio - Abbandonarsi in Dio con santa indifferenza - Portare nel cuore Gesù

10. Orazione

Benefici dell'orazione: L'orazione è mezzo efficacissimo per ottener tutto da Dio - E' arma invincibile contro i nemici - Anima dell'apostolato - Scuola di santità - Se manca l'orazione

Pratica dell'orazione: Rimuovere gli ostacoli - Disporsi con la mortificazione - La porta e la via - Come bisogna pregare - Prendere i frutti e lasciare le foglie - Orazione conti­ nua - L'orazione veramente buona

11. Devozione verso la SS. Eucaristia

Per degnamente celebrare la S. Messa: Prima di celebrare - Nel celebrare - Dopo aver celebrato - Il frutto della S. Messa

Per comunicarsi con frutto: Quando bisogna comunicarsi - Preparazione e ringraziamento - Frutti della S. Comunione

Per vivere una vita eucaristica: Visitare spesso Gesù Sacramentato - Comunicarsi spiritualmente fra giorno - II nostro cuore altare e tabernacolo .

12. Devozione verso la Passione SS. di Gesù Cristo

Eccellenza di questa devozione: Opera d'infinito amore - Mezzo efficacissimo per la conversione dei peccatori, e per la conservazione dei giusti - Balsamo che addolcisce ogni pena - Scuola e via sicura per la santità - Porta che conduce l'anima all'unione con Dio - Pegno di vittoria e di predestinazione

Consigli per la pratica: Meditare ogni giorno la Passione SS. di Gesù Cristo - Non perderla mai di vista - Portarla sempre nel cuore

13. Devozione a Maria SS

I fondamenti della devozione a Maria: Le perfezioni di Maria - Il Cuore di Maria - Regina degli Angeli e Tesoriera di grazie

I frutti: Le virtù - Le grazie - L'aiuto nei bisogni

La pratica: Offrirsi a Maria - Amarla ed imitarla

Pensieri sull'Addolorata: Causa dei dolori di Maria - Necessità della devozione ai dolori di Maria - Pensare spesso ai dolori di Maria

 

 
 
 



LA BIOGRAFIA


LA MISTICA


REGOLE E COSTITUZIONI


LETTERE AI FIGLI SPIRITUALI


IL DIARIO SPIRITUALE


IL PASSIONISTA SECONDO S.PAOLO


MASSIME SPIRITUALI


LA VITA DI S.PAOLO IN IMMAGINI


PREGHIERE A S.PAOLO DELLA CROCE

 

 

 
 

home  | passionisti  | links  |  contatti   |  
Copyright ? No Grazie : diffondete, stampate e utilizzate il contenuto di questo sito