home  |  passionisti  |  links   |  contatti   |    
 
 
 
 

Vantaggi della rassegnazione.

 

La virtù che più piace a Dio.

La virtù che più piace a Dio è la rassegnazione alla sua santissima volontà (I, 207).

Il maggior bene che Dio vuole da ciascuno di noi, si è l'adempimento della sua santissima volontà (IV, 75).

Vi dico che la miglior cosa, più grata a Dio, voi non potete fare che rassegnarvi in tutto alla sua santissima volontà (III, 367).

Tanto più piacerete a Dio, quanto più sarete rassegnati (II, 506).

In ogni evento conviene rassegnarsi alla santissima volontà di Dio con prontezza di spirito, e ricevere tanto il prospero come l'avverso, per dar gusto a Sua Divina Maestà (II, 710).

Credete che meritate di più e date più gusto al Signore quando nelle aridità ed oscurità siete rassegnati e contenti del gusto di Dio, che se aveste tutte le più alte consolazioni celesti (III, 367).

Lasciamoci governare dal Signore e camminiamo per la strada che a lui piace per spinosa che sia (I, 722).

Gesù Cristo disse ai suoi discepoli che il suo cibo era il fare la volontà dell'eter­ no Padre. Oh chi intendesse bene a fondo questo divino linguaggio ! (I, 49).

Chi più patisce con pazienza e rassegnazione più s'assomiglia a Gesù Cristo (II, 592).

 

// miglior conforto nei travagli.

La rassegnazione ai divini voleri è il miglior conforto in tutti i travagli (IV, 10).

Nelle tribolazioni non v'è miglior rime­ dio della perfetta rassegnazione alla divina volontà (III, 596).

La rassegnazione alla santissima volontà di Dio è rimedio ad ogni male (II, 591).

Conviene accomodarsi alle disgrazie con alta pace e rassegnazione (I, 769).

La rassegnazione è mezzo efficacissimo per tutti i mali, travagli e sinistri eventi, i quali, quando si mirano nel divino beneplacito, si con ver tono in pace e con­ solazione (I, 713).

Se saprete uniformarvi alla divina vo­lontà, troverete ogni pace, e sentirete spa­ rire le vostre inquietudini (II, 615).

Oh se ricevessimo di mano in mano tut­to ciò che ci accade, con perfetta rassegnazione alla divina volontà ! quanta pace godrebbe il nostro cuore! (III, 780).

 

Mezzo efficacissimo per ottener grazie.

La rassegnazione è mezzo efficacissimo per ottener grazie anche per cose temporali (II, 703).

Resti la rassegnazione ben radicata nei vostri cuori, e sarete meglio disposti a ricever ogni pienezza di grazie spirituali e temporali (II, 710).

Rassegnatevi alla santissima volontà, di Dio e ponete ogni travaglio nelle Piaghe di Gesù Cristo, che in tal forma v'arricchirete di grandi meriti (III, 364).

La vera rassegnazione alla divina volontà, è il tesoro dei tesori (III, 625).

 

E per esser santi.

La rassegnazione perfetta alla volontà di Dio, racchiude il perfetto amore di ca­ rità, e in quest'amore vi sono tutte le vir­ tù (I, 574).

Chi é rassegnato è più santo, perché la rassegnazione racchiude la perfetta carità (III, 18).

Se continuerete ad esser rassegnati alla volontà di Dio sarete grandi santi (II, 304).

Eassegnatevi in tutto e per tutto ai divini voleri, perché questa è la strada si­ cura per giungere al ciclo (II, 591).

Poter mi, fiat voluntas tua! Oh altissima e dolcissima orazione ! In queste divine parole è compresa tutta la santità (III, 819).

 

Torna all' INDICE TEMATICO

 
 
 



LA BIOGRAFIA


LA MISTICA


REGOLE E COSTITUZIONI


LETTERE AI FIGLI SPIRITUALI


IL DIARIO SPIRITUALE


IL PASSIONISTA SECONDO S.PAOLO


MASSIME SPIRITUALI


LA VITA DI S.PAOLO IN IMMAGINI


PREGHIERE A S.PAOLO DELLA CROCE

 

 

 
 

home  | passionisti  | links  |  contatti   |  
Copyright ? No Grazie : diffondete, stampate e utilizzate il contenuto di questo sito